Drm, acronimo di Digital radio mondiale, è uno standard aperto di trasmissione radio digitale pensato in sostituzione delle modulazioni analogiche in AM ed FM. Si tratta, in realtà, di due standard: il DRM30 sviluppato per le onde lunghe, medie e corte; il DRM+ per le VHF.
Il primo ha trovato un buon consenso e sono diverse le emittenti internazionali che hanno adottato a livello sperimentale questo tipo di modulazione. Cominciano, inoltre, a diffondersi sul mercato i primi apparecchi riceventi. Al contrario in banda FM VHF si è diffuso maggiormente lo standard DAB (Digital Audio Broadcast).
La codifica digitale del segnale MPEG4 modulato in QAM (Quadrature Amplitude Modulation) consente di ottenere, con la medesima occupazione di banda (o meno nel caso della FM), una migliore qualità audio e la possibilità di associare informazioni in testo come, ad esempio, il nome della stazione e la guida dei programmi. Maggiori informazioni sul progetto e lo schedule delle trasmissioni sono consultabili sul sito ufficiale del consorzio [1].

Come ricevere le stazioni Drm

In generale la ricezioni dei segnali DRM è possibile utilizzando un ricevitore standalone. Una lista parziale di queste radio è pubblicata su [1].
Chi ha voglia di sperimentare può rivolgersi a soluzioni software da abbinare ad un comune ricevitore HF opportunamente interfacciato o ad un moderno SDR (Software Defined Radio).

Software

Il segnale dell’emittente Drm, sintonizzato dal ricevitore, viene inviato alla scheda audio del PC, ha centro banda a 12 kHz ed un’ampiezza di 10 kHz. Il software lo elabora e demodula, rendendo disponibile il contenuto audio per l’ascolto e visualizzando le informazioni di testo.
Il software ufficiale del consorzio è Drm Software Radio [2], con licenza d’uso commerciale a pagamento. Molto più conosciuto ed utilizzato è Dream [3], con licenza GNU General Public License, disponibile per diversi sistemi operativi. Chi utilizza radio SDR può optare per SoDiRa [4] con licenza shareware, che, oltre alle classiche funzioni dei software per ricevitori SDR, integra la demodulazione dei segnali Drm.
Dream e SoDiRa necessitano della libreria FAAD2 [5] per la decodifica AAC dell’audio, non inclusa nell’installer di Dream. FAAD2 viene distribuita come codice sorgente, pertanto deve essere compilata a cura dell’utilizzatore. Gli utenti Windows avranno bisogno di Visual Studio, chi vuole risparmiarsi questo lavoro può cercare in rete versioni già compilate o prelevare la dll inclusa nel pacchetto di SoDiRa. La libreria va copiata nella cartella che contiene Dream e rinominata faad2_drm.dll.

Dream - Voice of Nigeria

Voice of Nigeria su software Dream.

Ricevitore HF

Un ricevitore o ricetrasmettitore radioamatoriale HF può essere utilizzato direttamente per la sintonizzazione dei segnali Drm, a patto che sia possibile selezionare un filtro largo (almeno 10 kHz) in modo SSB o digitale. L’audio ricevuto verrà demodulato con il computer come descritto poc’anzi.
Se sul ricevitore non è prevista una simile modalità operativa, si può prelevare il segnale direttamente dallo stadio a frequenza intermedia, convertendolo a 12 kHz. A tale scopo esistono diverse interfacce commerciali per le IF più diffuse (455 kHz o 10.7 kHz) e diversi progetti in rete per l’autocostruzione. Come sopra, l’uscita dell’interfaccia va collegata in ingresso alla scheda audio del PC per la demodulazione via software.

SDR

La flessibilità dei ricevitori SDR (Software Defined Radio) si presta bene alla ricezione Drm. I più diffusi software di controllo SDR (come ad es. HDSDR) prevedono il modo DRM ma, ad esclusione di SoDiRa, demandano la demodulazione ad un software esterno. Quindi il segnale audio ricevuto con l’SDR deve essere trasferito in ingresso al software di demodulazione Drm, ciò si può fare materialmente collegando tra loro uscita e ingresso di due schede audio o virtualmente con l’ausilio di apposite utility VAC (Virtual Audio Cable) [6], [7] o [8], che trasferiscono lo streaming audio da un’applicazione all’altra.

Drm SDR - All India Radio

All India Radio ricevuta con SDR autocostruito, software HDSDR e demodulazione con Dream.

Riferimenti e Bibliografia

[1] Drm Digital radio mondiale;
[2] DRM Software Radio;
[3] Dream DRM receiver;
[4] SoDiRa;
[5] FAAD2 AAC decoder;
[6] VAC Virtual Audio Cable – Fox Magic;
[7] VAC Virtual Audio Cable – Muzychenko;
[8] Virtual Audio Streaming.

Argomenti correlati

.


Autore: Gianfranco I/182/PZ
Data di pubblicazione: 07/2013


Licenza Creative Commons Questa opera è distribuita con:
licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Si declina ogni responsabilità per eventuali errori ed omissioni e gli eventuali danni che ne dovessero conseguire. Per ulteriori informazioni consultare le note legali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *