Un minuscolo stampato e una manciata di microscopici componenti SMD è tutto quello che serve per realizzare un generatore sinusoidale fino a 60 MHz. Tutto ciò grazie alla tecnologia DDS (sintesi digitale diretta) che consente di racchiudere in un chip di pochi millimetri un generatore programmabile, qualche componente di contorno per filtrare e alzare il livello del segnale e il gioco è fatto. Peccato che la tecnologia SMD non lascia tante speranze allo sperimentatore che con la sua classica millefori o i PCB fatti in casa non riesce ad arrivare ai livelli di precisione richiesti.
Ci viene incontro la American QRP Club che produce il kit DDS-60. Con circa 25 euro di spesa e qualche settimana di attesa vi arriva a casa un bel pacchetto, accuratamente confezionato, contenente tutto il necessario (poiché il DDS AD9851 costa quasi quanto l’intero kit, esso non è compreso ma lo si deve acquistare per conto proprio).

DDS 60

Montaggio

Come si vede dalle foto il PCB è a doppia faccia, forato e serigrafato. I componenti da montare non sono tanti e i condensatori e resistori sono già suddivisi per valori in appositi blister rendendone più facile l’identificazione. Armati di buona pazienza, mano ferma e occhio acuto non sarà difficile saldare gli SMD al proprio posto. Particolare cautela va osservata nel saldare l’AD9851 in quanto ha i piedini molto piccoli e vicini. E’ necessario dotarsi di una stazione saldante con punta molto sottile, pasta salda, eventuale trecciola dissaldante e di una lente d’ingrandimento per controllare le saldature. Preferibilmente dotarsi anche di un braccialetto antistatico e altre protezioni per le ESD.

DDS 60

Caratteristiche

Il circuito è costituito dal DDS, un AD9851, con clock da 30MHz e filtro ellittico in uscita con taglio a 60MHz. In realtà l’AD9851 potrebbe arrivare a circa 70MHz, ma la purezza del segnale è leggermente degradata, quindi si è preferito limitare la massima frequenza. Dopo il filtro segue un’amplificatore operazionale a guadagno regolabile che consente di erogare in uscita a vuoto un segnale di ampiezza fino a 4Vpp. La regolazione si effettua mediante un trimmer saldato sul PCB, ma il circuito prevedeva anche l’utilizzo di un potenziometro digitale ora non più fornito. L’alimentazione è a 12V, un regolatore interno provvede ad abbassarla a 5 per alimentare il DDS. Il modulo è dotato di un connettore a pettine per una facile integrazione su schede più complesse, sono comunque disponibili sul PCB alcun PIN supplementari per i segnali analogici.
Per impostare la frequenza del generatore si devono inviare opportuni bit di programmazione. Il modo più semplice, ma buono solo per fare qualche prova o per usi particolari, è quello di utilizzare appositi programmi che controllano la scheda dalla porta parallela. Uno di questi è realizzato dalla AmQRP, ma in rete se ne trovano diversi. Per usi personalizzati o più complessi si deve ricorrere a microcontrollori come i PIC e relativo firmware.

Uso

Con un generatore sinusoidale di queste caratteristiche si possono fare tante cose: dal VFO per l’autocostruzione di radio tradizionali o SDR, alla strumentazione di misura come gli analizzatori d’antenna, i VNA, etc. Anche in questo caso in rete abbondano i progetti e sul sito dell’AmQRP ci sono diversi suggerimenti. Speriamo che realizzino presto anche un kit per i nuovi AD9951 e successivi che sono in grado di generare frequenza più alte ed hanno una maggiore purezza spettrale.


Autore: Gianfranco IZ8EWD
Data di pubblicazione: 04/2008

Licenza Creative Commons
Questa opera è distribuita con:
licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Si declina ogni responsabilità per eventuali errori ed omissioni e gli eventuali danni che ne dovessero conseguire.
Per ulteriori informazioni consultare le note legali.


Licenza Creative Commons Questa opera è distribuita con:
licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Si declina ogni responsabilità per eventuali errori ed omissioni e gli eventuali danni che ne dovessero conseguire. Per ulteriori informazioni consultare le note legali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *